Cerca
  • Tecno Cover

2\3 - Pergolato in legno, come fare le scelte giuste, per non mangiarsi il fegato...

Ciao,

oggi riprendo a parlarti del pergolato in legno, uno degli elementi di arredo Outdoor, più diffuso in Toscana.

Nel Post precedente ( CLICCA QUI se non lo hai letto ), ti ho parlato di come deve essere costruito un buon pergolato in legno, parlandoti della tipologia del legno, del rilievo misure e dei vantaggi e svantaggi generali delle strutture in legno.


Oggi parleremo di altri aspetti tecnici, altrettanto importanti, buona lettura!


- Verniciatura, un investimento e non una spesa


Bene, dopo aver analizzato il legno, passiamo a quella che sarà il suo abito, ovvero la verniciatura!

Spesso il legno viene visto come problematico, per via della manutenzione, che spaventa la maggior parte delle persone.

Devi sapere che le cose non stanno proprio cosi, infatti una verniciatura ben eseguita, richiede una manutenzione minima e con una frequenza davvero ridotta!


Ci sono diverse aziende, che realizzano ancora pergolati, con smalti e vernici a base solvente, che col passare del tempo si sfogliano e l'unico lavoro che da fare è quello di carteggiare tutto fino al grezzo e riverniciare da capo... Ma perchè arrivare a questo punto?

Per evitare questa situazione, basta utilizzare degli impregnanti ( non smalti! ) all'acqua.

Gli impregnati a base acqua, penetrano in profondità nel legno, lasciando intravedere la venatura delle travi, e consentendo la fuoriuscita dell'umidità residua.

Tra gli impregnanti all'acqua, ci sono quelli funghicidi, ottimi per i manufatti esposti all'esterno.

Agli impregnati è bene abbinare delle cere protettive, che garantiranno cosi un lavoro duratura nel tempo.


Ma perchè molti pseudo-artigiani, non utilizzano gli impregnati all'acqua e le cere, nonostante i prezzi siano quasi gli stessi delle vernici a solvente o degli smalti?


Semplice, serve più lavoro, quindi più tempo per verniciare a fondo una struttura con prodotti ad'acqua, rispetto agli altri!

Ribadisco sempre, che poco costa e poco vale, nessuno vi regala niente!


Tenete anche a mente, che i prodotti all'acqua sono ecologici, non sfogliano , col passare del tempo tendono solo ad opacizzarsi, ma per evitarlo basta davvero poco:


- Tenere la struttura PULITA

- Utilizzare prodotti ravvivanti, 1-2 volte secondo l'ubicazione dell'immobile.


Cosi facendo, la vostra verniciature, durerà negli anni, e non dovrete passare le giornate a carteggiare e respirare vernici tossiche!


- Pergolato in legno Tecno Cover, con vetrate panoramiche - realizzato a Gaiole in Chianti -



- Ferramenta, particolari che fanno la differenza


La ferramenta e la viteria, spesso sono un'aspetto poco curato, nell'installazione dei pergolati, ma si rivelano un elemento molto importante, anche dal lato della sicurezza!


Ti piacerebbe sapere, che spesso vengono utilizzate viti presa ''a peso'' nel brico del paesello, per ancorare al muro un pergolato che ti deve stare sulla testa per diversi anni?

Non ti conosco, ma dubito che ne saresti felice. Eppure spesso, molto spesso, è così.


Sul capitolo di come e cosa usare, per fissare una struttura al muro e pavimento, ci sarebbe da scrivere decine di pagine, ciò che mi sento di consigliarti, anche in questo caso, è di non decidere solo in base al prezzo, perchè sotto il tuo nuovo pergolato, ci andrà anche la tua famiglia, e farsi male per pochi Euro, non è molto furbo.


Entrando nello specifico, un buon pergolato dovrebbe essere costruito sempre con piastre in acciaio zincato, preferibilmente verniciato per offrire un ulteriore protezione alla zincatura, e in zone in prossimità del mare o particolarmente acide, bisogna utilizzare l'acciaio inox.

La ferramenta in acciaio inox è di difficile reperibilità, e difficilmente troverete chi ve la propone, ma anche qui si tratta di un investimento nel tempo.

La viteria, preferibilmente in acciaio inox, altrimenti zincata . Una buona vite, permette un serraggio sicuro e duraturo, una vite economica tenderà a ossidarsi nel tempo e a spezzarsi, e soprattutto tenderà a ''spanare'' il legno, in quando le filettature delle viti economiche non lavorano come quelle specifiche per le travi in legno.


Stesso discorso per bulloni, tasselli e via dicendo... scegliere materiali di posa di alta qualità, è SEMPRE un investimento intelligente e sopratutto limita le possibilità di degrado della struttura nel tempo.


Bene, penso che ora hai le basi giuste, per acquistare il tuo pergolato in legno!

ma non è finita qui... prima di spendere i tuoi soldi, devi considerare il tema dei permessi...

vuoi sapere cosa puoi, e non puoi fare?


leggi il prossimo articolo, e avrai le tue risposte


A presto!


Gabriele






131 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti