Cerca
  • Tecno Cover

Pergotende, sembrano tutte uguali...

Ciao,

oggi scrivo questo articolo, riallanciandomi a quello che mi hanno detto qualche tempo fa :


'' marca CAIO, marca SEMPRONIO, questo pergotende sembrano tutte uguali! ''


beh, pensiamoci bene... di base cosa compone una pergotenda?


  1. la struttura è in alluminio... nel 99% dei casi

  2. il telo è in PVC, prodotto da un solo fornitore per tutti... nel 90% dei casi

  3. hanno tutte il motore e radiocomando... più o meno si

  4. hanno tutte le gambe davanti, e sono inclinate...più o meno si

  5. sono tutte certificate...in fin dei conti si


Mah Gabriele, allora sono davvero tutte uguali, tutte made in Italy, tutte aziende leader

e faccio bene a scegliere quella che costa meno ?!?


Ma ovviamente no!

Ai tuoi occhi sono tutte uguali!

Prendi una smart e una ferrari 488, entrambe hanno 4 ruote, un volante, un cruscotto, 2 sedili e entrambe ti portano da casa a lavoro! Addirittura entrambe hanno l'aria condizionata!


eppure diresti che sono uguali? ...


Quello che voglio dirti, è che ad occhio inesperto, qualunque cosa, sembra uguale a quella di un concorrente... anche nel tuo lavoro ti sarà capitato di avere clienti che non capivano le differenze, tra un prodotto migliore e uno peggiore, e quanto li hai maledetti?


eppure oggi ti dico una cosa, che nessun collega ha il coraggio di dire.

E' normale che tu non capisca le differenze.

E' normale che tu pensi che tutte le pergotende siano uguali.


Non devi essere tu a valutare la qualità di un prodotto, ma l'installatore\consulente che ti vende e monta la pergola.


Come potresti valutare meglio di me, in pochi minuti, la differenza tra una pergola e l'altra, se le mie valutazioni sono frutto di anni di esperienza, e di innumerevoli installazioni?


- 3 pergotende di marchi diversi, le differenze ci sono, anche se non sembra -


Quello che voglio dire, è che quando ci si trova ad affrontare una grossa spesa, come quella di una pergotenda, dovresti scegliere prima da CHI vuoi comprare, e poi insieme a lui, scegliere COSA comprare.

Affidarsi alle persone giuste, è l'unico modo per spendere bene i propri soldi.


Se poi vogliamo entrare nello specifico... mi riallaccio ai 5 punti che ti ho elencato prima


  1. la struttura è in alluminio... nel 99% dei casi

  2. il telo è in PVC, prodotto da un solo fornitore per tutti... nel 90% dei casi

  3. hanno tutte il motore e radiocomando... più o meno si

  4. hanno tutte le gambe davanti, e sono inclinate...più o meno si

  5. sono tutte certificate...in fin dei conti si


1. Vero che sono tutte in alluminio, ma ci sono diversi spessori di alluminio, diverse sezioni dei profilati, e anche diverse leghe di alluminio!

L'alluminio come tutti i metalli, si compra al chilo, quindi una struttura solida non può costare meno di una struttura esile, per un semplice costo-peso della materia prima.


2. Quasi tutti i teli in PVC delle pergotende, vengono da una sola azienda Italiana, VERO.

Ma è anche vero che quell'azienda produce più di 10 diversi tipi di PVC, con caratteristiche, spessori e costi diversi... anzi, molto diversi!

E per inciso, ci sono anche aziende di fascia bassa, che acquistano altrove, pessimi pvc.


3. Si fa presto a dire motore...Esistono diverse aziende produttrici di motori tubolari per pergotende, e molte di queste producono a basso costo in Cina.

Ti piace l'idea che il tuo motore vada in protezione termica ogni volta che apri e chiudi la pergola? Scommetto di no, per questo le pergotende di buon livello, hanno motori all'altezza.

Inoltre, la tecnologia oggi ci mette a disposizione tante cose, come il controllo da smartphone, la domotica, o banalmente motori intelligenti che ''sentono'' se c'è un ostacolo e si fermano, senza danneggiare la tua pergola. Un buon motore costa, ricordalo.


4. La struttura di base è la solita, vero, ma non è sempre cosi.

Oggi sul mercato abbiamo strutture che non hanno bisogno di inclinazione, avendola già nei profili porta-tessuto.

Inoltre ci sono pergole che si riavvolgono, invece di avere il telo impacchettato.

Insomma, non è solo due gambe e un telo, ma ci sono diverse soluzioni per esigenze diverse.


5. Sono tutte certificate... si , ma c'è da vedere certificate per cosa!

Di base, la marcatura CE è obbligatoria, è superfluo dire che acquistare prodotti non marcati CE è pericoloso, oltre al fatto che non usufruiscono delle detrazioni fiscali.

Oltre alla CE, ci sono altre certificazioni, alcune volontarie altre d'obbligo.

La certificazione al vento, è la principale, e qui ci sono MOLTE differenze...

la base è la classe 3 ( 49 km\h ), per arrivare alla classe 6 ( 92 km\h ) .

Capisci che se la classe 3 è appena sufficiente, viste le grandi sferzate di vento che subiamo un giorno si e uno no, la classe 6 ti mette al riparo da ben altre situazioni!


Parliamo poi di verniciatura dell'alluminio, ci sono strutture che sono semplicemente verniciate, e poi ci sono le aziende serie che testano i propri prodotti, garantendoti anche le verniciature, come chi usa il protocollo Qualicoat, che per la classe 2, prevede 10 anni di esposizione solare senza alterazione del colore.


La differenza c'è sempre, anche se non si vede, e si riflette sui costi.

Un consulente che ti parla di queste cose, è noioso, ma un consulente che queste cose le sa, e sceglie il meglio per te, anche senza parlartene, non ti darà problemi.


Il mio consiglio quindi è sempre di scegliere aziende qualificate, specializzate e referenziate.

Oggi coi social, abbiamo a disposizione recensioni, foto, e tanto altro che dimostra chi lavora seriamente e chi è improvvisato.


... a proposito, hai già letto le nostre recensioni? CLICCA QUI


spero che ti sia piaciuto l'articolo, se vuoi, lascia un commento


a presto,


Gabriele






97 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti