top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreTecno Cover

Tende per ombreggiare: interne o esterne alle vetrate? Guida alla scelta migliore!

Quando si tratta di garantire comfort termico, efficienza energetica e privacy nella propria abitazione, la scelta delle schermature solari riveste un ruolo fondamentale. Tra le diverse opzioni disponibili, le tende rappresentano una delle soluzioni più diffuse e facili da installare per proteggere balconi, terrazzi, giardini e finestre esposte al sole.

 

Tuttavia, quando ci si trova ad affrontare la decisione di ombreggiare grandi superfici vetrate, sorge spesso un dubbio: è meglio posizionare le tende all'interno o all’esterno delle vetrate?

 

Questa scelta determina l’apporto di luce e l’afflusso delle radiazioni solari nell'abitazione, aspetti cruciali per il benessere delle persone e la vivibilità degli ambienti domestici.

 

In questo articolo, esamineremo le differenze fondamentali tra le due soluzioni e ti forniremo tutte le informazioni di cui hai bisogno per prendere la decisione migliore per la tua casa.


Tende Interne vs Tende Esterne: le differenze chiave

Quando si tratta di scegliere tra tende interne ed esterne, ci sono alcuni fattori da considerare.

Le tende esterne offrono un'efficace protezione solare, bloccando il calore dei raggi prima che possano raggiungere le vetrate e penetrare all'interno dell'abitazione. D'altra parte, le tende interne offrono anch'esse un certo livello di ombreggiatura, ma c'è il rischio che si formino sacche di calore tra la tenda e il vetro, riducendo l’effetto ‘’rinfrescante’’ complessivo del tessuto ombreggiante.


Tende da sole esterne: la soluzione ottimale

Quindi, quando si tratta di decidere quale opzione sia la migliore per ottenere un ombreggiamento corretto, la nostra risposta è chiara: optare per l'installazione di tende da sole all'esterno delle superfici vetrate.  Questa scelta non solo offre un’ottimale protezione solare, ma impedisce anche ai raggi solari di penetrare negli ambienti. Il risultato? Temperature più fresche e un clima più confortevole in casa.





Parametri tecnici da tenere in considerazione

Quando si valuta la qualità termica di una schermatura solare, è essenziale considerare alcuni parametri tecnici specifici. Uno dei più utilizzati è il fattore Gtot, che viene suddiviso in Gtot-i e Gtot-e, a rappresentare rispettivamente l'efficienza delle schermature interne ed esterne.

 

Questo valore varia da 0.00 a 1.00, dove 0.00 indica una schermatura totale al 100%, senza passaggio di calore, mentre 1.00 equivale a non avere alcuna schermatura.

 

Misurando il fattore Gtot, è possibile valutare quanto efficacemente una schermatura protegga dalle radiazioni solari e regoli il passaggio di calore, fornendo preziose informazioni per la scelta delle soluzioni più adatte alle proprie esigenze.


L’importante del fattore Gtot nelle schermature solari

Secondo le normative edilizie vigenti, per garantire un’efficace ombreggiatura e consentire di beneficiare delle detrazioni fiscali previste dalla legge, il valore del fattore Gtot, sia per le schermature interne che per quelle esterne, deve essere pari o inferiore a 0,35.

 

Per comprendere appieno l'importanza di questo parametro, esaminiamo un esempio pratico che mette in luce come il valore del fattore Gtot possa variare notevolmente, pur mantenendo la stessa schermatura solare e la stessa tipologia di vetrata, a seconda che le tende siano installate esternamente o internamente al vetro.


Nel nostro caso specifico, abbiamo considerato una schermatura in tessuto Soltis 92, in diverse tonalità di colore:

- Soltis 92 | Colore Canapa 50265:

·      Gtot con tenda esterna al vetro → 0,07 (ottimo valore)

·      Gtot con tenda interna al vetro → 0,35 (valore appena entro i limiti citati sopra)

 




- Soltis 92 | Colore Nero 51176:

·      Gtot con tenda esterna al vetro → 0,04 (valore eccezionale)

·      Gtot con tenda interna al vetro → 0,54 (valore insufficiente)




 

- Soltis 92 | Colore Karitè 50843:

·      Gtot con tenda esterna al vetro → 0,13 (valore buono)

·      Gtot con tenda interna al vetro → 0,23 (valore discreto)





Analizzando questi dati, emerge chiaramente come, utilizzando lo stesso tessuto, le tende esterne al vetro siano estremamente più efficaci nello schermare i raggi del sole, con una capacità di ridurre il calore dalle 2 alle 12 volte superiore rispetto alle tende interne.

 

Ma leggendo meglio i dati riportati sopra, si noterà anche che, sempre a parità di tessuto, il colore della tenda ha un’incidenza notevole sulle performance termiche ottenute. Ma perché il colore del tessuto ha un ruolo così determinante?

 

L’influenza del colore sulle prestazioni termiche delle tende solari

 

Quando si tratta di scegliere le tende solari per la propria abitazione, spesso si sottovaluta l'importanza del colore del tessuto. Tuttavia, una più attenta analisi rivela che il colore ha un impatto significativo sulle prestazioni termiche complessive delle tende.

 

Ma perché il colore del tessuto è così cruciale? La risposta è semplice: oltre al valore Gtot, ci sono altri aspetti tecnici e fisici da considerare, come la rifrazione e l’assorbimento solare e l’indice di trasmissione luminosa.

 

La rifrazione solare si riferisce alla capacità di un materiale di riflettere la radiazione solare, rimandandone una parte indietro. Diversamente, l'assorbimento solare indica la capacità di un materiale di assorbire il calore solare senza lasciarlo passare oltre. Infine, la trasmissione luminosa descrive la quantità di luce naturale che attraversa un vetro, dalla quale dipende anche la quantità di calore solare trasmesso. La somma di questi valori equivale sempre a 100. Tuttavia, a seconda delle esigenze, può essere preferibile ottenere un valore più alto di rifrazione o assorbimento, specialmente in termini di efficienza termica.

Facendo un esempio concreto, un tessuto scuro avrà un'elevata capacità di assorbimento solare ma una bassa rifrazione, mentre un tessuto chiaro e brillante avrà una maggiore potere di rifrazione ma una minore capacità di assorbimento.

Per questo motivo, quando si sceglie il colore delle tende, è importante considerare anche il loro posizionamento in funzione dell’ambiente circostante. Nel caso delle tende esterne è preferibile optare per colori scuri. Questo perché, assorbendo maggiormente il calore, riducono la trasmissione di calore alle vetrate retrostanti. Al contrario, per le tende interne al vetro, è consigliabile scegliere colori chiari e tessuti lucidi. In questo modo, i raggi solari vengono riflessi anziché assorbiti.

 

Questa è la ragione per cui, tornando al nostro esempio precedente, la tenda nera funziona ottimamente all’esterno del vetro ma meno efficacemente all’interno, mentre quella bianca non subisce grandi variazioni tra posizionamento interno ed esterno.





Conclusioni

Se stai cercando il massimo dell’efficienza nel mantenere fresca la tua casa durante i mesi estivi, le tende da sole esterne rappresentano la soluzione ideale. Ricorda, però, che anche il colore del tessuto gioca un ruolo significativo nelle prestazioni termiche complessive.

 

Ovviamente, per fare la scelta più adatta alle tue esigenze, affidati sempre alle mani di professionisti del settore.

 

Se l'articolo ti è piaciuto o hai domande, lasciaci un commento! Saremo felici di risponderti.

1.007 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page